Feeds:
Beiträge
Kommentare

Archive for the ‘Italiano’ Category

di Maura Morato

ReCivitas, Istituto per la Rivitalizzazione della Cittadinanza, è stato fondato nell’ottobre 2006. Il suo scopo è quello di investire nelle persone e formare cittadini. Uno dei suoi progetti è il „Consorzio del Reddito di base di cittadinanza Quatinga Velho“, un consorzio di persone fisiche che si sono proposte di realizzare una prima esperienza che garantisca il diritto a un reddito di base incondizionato a una comunità brasiliana.
Il progetto „Quatinga Velho“ è attivo da oltre 16 mesi presso una piccola comunità rurale che si chiama, appunto, Quatinga Velho. Fu avviato da Bruna Augusto Pereira e Marcus Vinícius Brancaglione dos Santos, fondatori di ReCivitas, e consiste nell’erogazione di un reddito di base, circa 12 Euro al mese, ad ognuno dei 71 abitanti del Comune. I fondi necessari provengono da contributi volontari di persone fisiche che credono nel progetto, nel reddito di base e principalmente nell’essere umano, oltre che dai fondi personali di Bruna e Markus, che hanno investito tutto quello che possedevano in questo progetto pilota. (mehr …)

Advertisements

Read Full Post »

logo la repubblica

la Repubblica 16 settembre 2009

Reddito base e disoccupazione

LUCIANO GALLINO

Sul fronte dell’occupazione la crisi ci consegna uno scenario con alcunitratti decisamente negativi. Sindacati e Confindustria sono d’accordo nel prevedere che nei prossimi mesi i disoccupati continueranno ad aumentare.

Tolta una minoranza che troverà abbastanza presto un lavoro decentemente retribuito, in linea con la qualifica professionale posseduta, nel 2010 e dopo la loro massa si dividerà in tre gruppi: quelli che per vivere dovranno accettare un lavoro mal pagato, al disotto delle loro qualifiche e titoli di studio; i disoccupati di lunga durata, che dovranno aspettare anni prima di trovare un posto; infine quelli, soprattutto gli over 40, che un lavoro non lo troveranno mai più. Questo perché dopo le ristrutturazioni aziendali imposte o favorite dalla crisi, la produttività crescerà; ma insieme con essa aumenterà il numero di persone che dal punto di vista della produzione appaiono semplicemente superflue.

Dinanzi a un tale scenario, che riguarda milioni di persone, la riforma degli ammortizzatori sociali di cui si parla equivale a proporre a un malato il cui stato si aggrava giorno per giorno di prendere un’aspirina in più.

Poiché il lavoro tende a scomparire, ma le persone con i loro diritti e bisogni no, occorre trovare il modo di distribuire un reddito anche a chi non lavora.

Quale sistema di sostegno al reddito detti ammortizzatori, concepiti quarant’anni fa, appaiono oggi del tutto inadeguati. Occorre sostituirli con un sistema completamente diverso, capace di generare effetti benefici in diversi ambiti della vita sociale che il sistema in vigore non sfiora nemmeno. Un sistema di sostegno al reddito che dopo una lunga eclissi sta riprendendo posto nell’agenda politica di diversi paesi, dal Brasile alla Germania, è il reddito base, denominazione internazionale che si è ormai affermata in luogo di „reddito garantito“, „reddito di cittadinanza“ e altri. (mehr …)

Read Full Post »

„Il Reddito di Cittadinanza non è un’elargizione, ma una restituzione, e in realtà dovrebbe chiamarsi Reddito di Esistenza“

Nel documento allegato Andrea Fumagalli, economista e docente presso l’università di Pavia nonché fra i più impegnati sostenitori del Reddito di Cittadinanza (o Reddito di Base) in Italia, espone in 10 tesi l’idea di quello che in ambito internazionale è chiamato „Basic Income“ – Reddito di Base appunto.

Andrea Fumagalli - 10 Tesi sul reddito di cittadinanza
(Fonte: http://isole.ecn.org/andrea.fumagalli/10tesi.htm)

File audio con intervento di Andrea Fumagalli
Per ascoltare un file audio (16,6 MB, formato mp3, durata 18:05 min.) andate a questo link: http://www.globalproject.info/IMG/mp3/fumagalli1.mp3 .
Per salvarlo sul pc cliccate sul link con il tasto destro del mouse e selezionate „salva“.

Si tratta dell’intervento di Andrea Fumagalli nell’ambito di un incontro dedicato all’argomento, tenutosi a Trieste nel 2004.
La Regione Friuli-Venezia Giulia ha infatti introdotto un sussidio chiamato „Reddito di base per la cittadinanza“, che tuttavia NON corrisponde al modello del Reddito di Base Incondizionato, essendo vincolato ad una condizione di indigenza e/o necessità, e che quindi conserva il carattere paternalistico e umiliante del sussidio.

„Il suo intervento (di A. Fumagalli, n.d.r.) parte proprio da alcune di quelle 10 tesi, tra cui il reddito che deve essere individuale, il nuovo welfare che deve essere ricavato dal sistema fiscale, il reddito di cittadinanza inteso come reddito di residenza o di esistenza e come questo reddito non possa essere condizionato dal lavorare in quanto tutta la nostra esistenza oggi è messa al lavoro.“

Fonte: http://www.globalproject.info/art-487.html , dove si possono ascoltare o scaricare anche altri interventi sul Reddito di Base (o Reddito di Cittadinanza).

Read Full Post »

Götz Werner è il fondatore della catena di negozi „dm markt“, e nella sua vita professionale ha creato un gruppo imprenditoriale che nel 2007 – con 1.000 filiali e più di 17.000 collaboratori – ha fatturato oltre quattro miliardi di Euro.

Da poco più di un anno Götz Werner si è ritirato dalla gestione operativa del suo gruppo.
I più conosceranno Götz Werner come uno dei più noti promotori dell’idea di un reditto di cittadinanza (Reddito di Base) incondizionato in Germania. Oggi è docente universitario e presiede l’istituto „Interfakultatives Institut für Entrepreneurship“ („Istituto interfacoltativo per l’imprenditoria“) presso l’Università di Karlsruhe.

götz werner vor tafel
Da imprenditore di successo a docente universitario e promotore del reditto di cittadinanza: Götz Werner

Sul sito www.unternimm-die-zukunft.de ultimamente sono stati pubblicati anche testi in lingua italiana, che si trovano seguendo questo link

Read Full Post »

(BIN ITALIA) „UN PASSO IN AVANTI IMPORTANTE PER IL DIBATTITO ED IL PERCORSO SUL REDDITO DI CITTADINANZA NEL NOSTRO PAESE“ COSI IL PRESIDENTE DEL BIN ITALIA, LUCA SANTINI SULLA CONVENZIONE FIRMATA TRA IL BIN ITALIA, L’ASSESSORATO AL LAVORO, L’OSSERVATORIO SULL’OCCUPAZIONE E LA QUALITA‘ DELLA VITA, DELLA PROVINCIA DI ROMA

L’associazione Bin Italia dà notizia dell’avvenuta sottoscrizione, oggi 23 gennaio 2009, di una convenzione quadro con la Provincia di Roma e con l'“Osservatorio sull’occupazione, il mercato del lavoro, l’evoluzione delle imprese e la qualità della vita“ costituito presso l’Assessorato al lavoro della medesima Provincia.

La convenzione ha ad oggetto la predisposizione, da parte del Bin Italia, di strumenti interpretativi e metodologici, di monitoraggio e aggiornamento del dibattito italiano ed internazionale in tema di reddito garantito.

Il presidente del Bin Italia Luca Santini dichiara: (mehr …)

Read Full Post »

Corrado del Bo
di Corrado Del Bò

ABSTRACT
La caratteristica del reddito di cittadinanza nella versione di cui vi parlo, una versione peraltro diffusa nella filosofia politica di lingua anglosassone, è l’incondizionalità: niente prova di mezzi, niente richieste di lavoro. Questo punto potrebbe qualificare il reddito di cittadinanza quasi come un reddito di esistenza.

Cliccare qui per leggere l’intero testo su www.bin-italia.org

Read Full Post »